• Istituto Scolastico San Carlo
    Da vent’anni l’Istituto Scolastico “S. Carlo”esperti del settore aeronautico.
  • Metti le ali al tuo futuro
    Da diversi anni l’Istituto Scolastico S. Carlo collabora attivamente con le maggiori aziende ed enti del territorio italiano ed europeo.
  • Evoluzione a livello internazionale
    Considerata la continua evoluzione a livello internazionale delle attività connesse con il mondo aeronautico, a partire dal 2011 presso la sede dell’Istituto è stato attivato il corso di formazione di base di Cat. B1.1

Scambi Culturali

Poiché siamo convinti che, oggi più che mai, sia importante educare alla “mondialità” e alla “convivenza multi-razziale”, in collaborazione con  le famiglie ed  Intercultura, diamo la possibilità ai nostri studenti di vivere esperienze di studio all’estero. La scuola, in tal senso, promuove la mobilità giovanile e l’apprendimento  interculturale attraverso lo scambio di giovani quale potente strumento di confronto interraziale. Un periodo di studio all’estero rappresenta un’esperienza formativa forte, che permette di entrare in profondità nella realtà culturale di un altro Paese. 

COSA DICE LA NORMATIVA:

Il Ministero della Pubblica Istruzione riconosce il periodo di studi effettuato all’estero sulla base di precise normative.

Il Testo Unico sulla scuola n. 297/94, art. 192, consente, infatti, l’iscrizione di giovani provenienti da un corso all’estero senza perdere l’anno, Viene precisato dalla norma che “subordinatamente al requisito dell’età (…), il Consiglio di classe può consentire l’iscrizione di giovani provenienti dall’estero, i quali provino, anche mediante l’eventuale esperimento nelle materie e prove indicate dallo stesso consiglio di classe, sulla base dei titoli di studio conseguiti in scuole estere aventi riconoscimento legale, di possedere adeguata preparazione sull’intero programma prescritto per l’idoneità alla classe cui aspirano.” Sostanzialmente, il Consiglio di Classe italiano tiene valide le votazioni espresse dalla scuola estera nelle materie comuni ai due ordinamenti; verifica la preparazione degli studenti nelle materie non studiate all’estero; formula una valutazione globale che determina l’inserimento in una delle bande di oscillazione del credito scolastico.

Il valore formativo degli scambi culturali è stato ribadito anche dalla Circolare MIUR n°181 del 17 Marzo 1997 che incoraggia la collaborazione fra la scuola di provenienza dello studente e la scuola ospitante e dalla Circolare MIUR n° 59 del 1 agosto 2006  la quale favorisce  l’orientamento verso la mobilità studentesca internazionale.

 

DESTINATARI:

Gli studenti di tutti gli indirizzi di studio possono partecipare ad un’esperienza-studio all’estero; le attuali normative ministeriali consentono agli studenti di frequentare il secondo, il terzo o il quarto anno all’estero (o parte di essi). Uniche condizioni richieste sono l’aver compiuto il 15esimo anno di età e la conoscenza della lingua parlata nel Paese ospitante.

 

DURATA:

La durata dell’esperienza è variabile: lo studente, infatti, è libero di scegliere se frequentare un bimestre, un trimestre, un semestre o un intero anno scolastico.

 

FASE PRELIMINARE:

L’organizzazione viene affidata ad Agenzie del settore che si occupano dell’intera pianificazione del viaggio e della sistemazione. Il Responsabile interno della Scuola provvede a contattare l’Organizzazione e segue l’intera procedura di attivazione del programma.

A. Il Colloquio Di Selezione

Il primo passo consiste in un’intervista di selezione linguistico-attitudinale, a cura dell’Agenzia, volta a rilevare il livello di conoscenza della lingua e il livello di maturità, requisiti fondamentali per intraprendere questo tipo di esperienza. Il colloquio di selezione è, inoltre, finalizzato, a conoscere lo studente e le sue aspettative e ad indirizzarlo verso il programma più adatto alle sue esigenze.

Solo in caso di esito positivo, è possibile procedere con l’iscrizione al programma.

B. La Preparazione Dei Documenti

L’Agenzia si occupa di fornire adeguato supporto in fase di preparazione dei documenti necessari ai fini del programma (cd. dossier). Il fascicolo personale rappresenta il biglietto da visita dello studente: più accurata è la sua stesura e più sarà facile per le famiglie e le scuole ospitanti capire se lo studente è quello più adatto a loro.

C. Le Informazioni Sulla Destinazione

Solitamente è previsto un periodo di attesa di 3/4 mesi durante i quali l’organizzazione patner del Paese ospitante valuterà la candidatura dello studente e procederà alla scelta della famiglia.

D. L’ Incontro Prima Della Partenza

Viene organizzato un incontro informativo per i ragazzi in partenza e per le famiglie, al fine di fornire gli ultimi dettagli tecnici sul soggiorno e alcuni consigli pratici in preparazione della partenza.

IL VIAGGIO E IL SOGGIORNO:

L’Agenzia si occupa anche dell’organizzazione del viaggio. Nel caso di destinazioni extra-europee, l’Agenzia garantisce, inoltre, sostegno durante l’iter volto all’ottenimento dei visti per la permanenza nel Paese ospitante. Sarà, in ogni caso, presente nel Paese di destinazione un coordinatore dell’Agenzia, in grado di fornire sostegno durante tutto il periodo della permanenza e punto di riferimento in caso di necessità.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:

La quota di partecipazione varia a seconda della durata del programma e della destinazione scelta.

METTI LE ALI AL TUO FUTURO!

La Società Istituto Scolastico “S. Carlo” s.r.l. nasce nel 1992 da un gruppo di insegnanti che hanno deciso di fondere le loro esperienze pregresse nella scuola pubblica e che  hanno portato l’Istituto a crescere gradualmente, andando così a consolidare una esperienza ad oggi ventennale.

  1. 1
    Liceo Linguistico

    Il Liceo Linguistico ha lo scopo di educare alle competenze fondamentali di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali e per favorire la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione.

    Nell’ottica di realizzare tali obiettivi, come delineati dalla Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente (Bruxelles, 10.11.2005), si ritiene, pertanto, prioritario lo sviluppo delle competenze sociali,interpersonali ed interculturali.

    Queste competenze riguardano tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa, in particolare alla vita in società sempre più diversificate e multi-razziali.

  2. 2
    Istituto tecnico trasporti & logistica

    L’indirizzo di studio  “Trasporti e Logistica” mira a sviluppare nello studente competenze tecniche specifiche e metodi di lavoro funzionali allo svolgimento delle attività inerenti la progettazione, la realizzazione, il mantenimento in efficienza dei mezzi e degli impianti relativi. La finalità è quella di maturare una cultura sistemica e la capacità di attivarsi in ciascuno dei segmenti operativi del settore in cui lo studente è orientato e di quelli collaterali.

  3. 3
    Conduzione del mezzo aereo

    L’articolazione “CONDUZIONE DEL MEZZO AEREO” ha per oggetto l’approfondimento delle problematiche relative alla conduzione ed all’esercizio del mezzo di trasporto aereo ed si rivolge ai giovani che progettano di impegnarsi professionalmente nel settore del trasporto aereo come piloti civili o militari o controllori del traffico aereo.

  4. 4
    Costruzione del mezzo aereo

    L’articolazione “COSTRUZIONE DEL MEZZO AEREO” ha per oggetto la costruzione, manutenzione e l’acquisizione delle professionalità nel campo delle certificazioni di idoneità all’impiego del mezzo di trasporto aereo ed è rivolta principalmente ai giovani che progettano di impegnarsi professionalmente nel settore del trasporto aereo come costruttori o manutentori di aeromobili.

ULTIME NEWS